Attenzione: apre in una nuova finestra. | Stampa |

recensioni

recensioni

recensioni

recensioni
Recensioni

Anaclase.com, Samuel Moreau" ...Incarnant Ero avec un physique de rêve et un visage bouleversant de simplicité expressive, Véronique Mercier livre sa partition avec souplesse, prudence et concentration, sans que le contrôle ne devienne jamais laborieux. Elle est simplement touchante de fragilité."

Sussurrandom.it, 11 febbraio 2014, Eva Mai "La bravura, la grazia e la classe della Mercier si conferma ad ogni incontro e le sue performance sono accolte dal pubblico con entusiasmo."

Cremascolta, 11 febbraio 2014 "...il soprano Véronique Mercier sempre preparatissima, pertinente e affascinante"

Il Nuovo Torrazzo, 27 ottobre 2012, Luisa Guerini Rocco. Recital per il Festival Crema in Musica."...Quella fiamma che m'accende", dove al sentimento si sono uniti gioco e vivacità. Più drammatica l'aria da Bajazet di Vivaldi "Sposa son disprezzata", in cui il dolente motivo è stato espresso con una vocalità morbida e sommessa che ha impegnato il soprano in una linea di difficile interpretazione. Meritatamente applaudita...
L'interprete si è mossa con disinvoltura, dimostrando la propria crescita ed evoluzione musicale,...
L'ironia e il divertimento del Don Pasquale di Donizetti hanno creato così un piacevole contrasto, grazie alla capacità di Véronique Mercier di calarsi pure in personaggi più leggeri ma altrettanto impegnativi, come dopo la Rosina da il Barbiere di Siviglia di Rossini con "Una voce poco fa", pagina celeberrima e sempre molto amata, sabato impreziosita dalla versione del soprano svizzero.
... In conclusione la cantante ha confermato le proprie doti attraverso i brillanti virtuosismi delle arie tratte da Arminio di Pavesi e da Linda di Chamounix di Donizetti, per un repertorio a lei congeniale."

Prima Pagina, 26 ottobre 2012, Eva Mai. Recital per il Festival Crema in Musica"... Il Festival Crema in Musica si è concluso con il trionfo di Véronique Mercier... riuscitissimo recital del soprano Véronique Mercier, già nota ed apprezzata nella nostra città per i successi ottenuti in precedenti incontri, in cui si è distinta per la preparazione, la carica emotiva, la bella voce, la presenza scenica, la sicurezza tecnica, la ricchezza di sfumature espressive e la grazia declinata in tutti i modi. Con la sua scioltezza tecnica la Mercier riesce a dare luogo a una lettura luminosa e toccante che spesso raggiunge l'eccezionalità.
Abbiamo ascoltato incantati: "Quella fiamma che m'accende" di B. Marcello; "Sposa son disprezzata" di A. Vivaldi; "Perchè non vieni a me", brano carico di tensione lirica di S. Pavesi; "Quel guardo il cavaliere" di G. Donizetti; "Una voce poco fa", pagine di trascinante dolcezza di G. Rossini; "Se v'ascolto o prodi amici" di S. Pavesi e "O luce di quest'anima", splendida aria di ampio respiro melodico con impervio acuto finale, di grande impatto sul pubblico, travolto dall'entusiasmo.
... La rassegna, dopo l'apertura maestosa con il concerto cardinale di June Anderson, non poteva avere più degna conclusione del recital di Véronique Mercier"

Crema oggi, 24 ottobre 2012. Recital per il Festival Crema in Musica"Si è concluso con successo il viaggio attraverso la musica classica che l'Associazione Musicale "Giovanni Bottesini" ha proposto nel mese di ottobre a Crema. Sette eventi di alto livello qualitativo che hanno visto in città artisti di fama internazionale; musicisti e cantanti importanti che hanno saputo regalare belle emozioni ad un pubblico che ha sempre apprezzato i concerti in scena. ...serate in cui la musica ha avvolto tutto e tutti in atmosfere magiche.
Alle ore 18,30 la giovane e magnifica voce del Soprano Véronique Mercier,... ha regalato emozioni intense al pubblico che ha riempito la Sala Pietro da Cemmo. La capacità espressiva e vocale del giovane soprano ha saputo chiudere in bellezza una rassegna davvero importante, offrendo suggestioni ed emozioni che hanno commosso il pubblico. Soddisfazione quindi per l'Associazione Bottesini che può dire di aver raggiunto gli obiettivi che si era prefissata: valorizzare l'importante storia musicale cittadina attraverso eventi di alta qualità, mettere in cremaschi a contatto con grandi musicisti e richiamare un pubblico in città da diverse regioni italiane e anche dall'estero. Un percorso che si delinea in molte altre tappe, ma che è partito con il piede giusto"

Res Musica (Svizzera), 22 giugno 2012, Jacques Schmitt. Concerto al Castello di Coppet per il Festival Mme de Staël"... La jeune soprano Véronique Mercier chante de sa voix superbement timbrée... Chargée d'une subtile discrétion dans sa robe écarlate, envoûtée par l'esprit du lieu, la soprano lausannoise va charmer l'auditoire avec un choix de mélodies en totale osmose avec les mots des comédiens quand bien même plus d'un siècle sépare les protagonistes historiques des compositeurs choisis. Mais comment mieux exprimer l'amour profond de Juliette Récamier qu'avec le superbe Si mes vers avaient des ailes de Reynaldo Hahn? Dans l'exercice périlleux du récital, celui de chanter ses mélodies en portant la voix dans un air qui se rafraîchit à l'ondée qui s'annonce, comme encore celui de balancer dans la continuité le volume des voix des comédiens, Véronique Mercier se joue de ces obstacles avec une musicalité parfaite. Elle s'investit crânement, étonnant un public attentif par l'aplomb de son chant, la parfaite articulation des mélodies, la diction claire des poèmes.

...Son instrument vocal jouit d'une belle maîtrise du souffle, d'une palette de couleurs étendue, ...une artiste prometteuse.

Une prestation de haut niveau, en rien envieuse aux deux exceptionnelles plaidoiries de Maître Marc Bonnant, orateur admirable..."

L'Orient le Jour (Beirut), 16 dicembre 2011, Bélinda Ibrahim. Concerto al Grand Sérail, Palazzo del Governo libanese"...magnifique double prestation de la soprano Véronique Mercier ...venus tout droit de leur Italie natale pour caresser l'ouïe de certains privilégiés du pays du Cèdre conviés vendredi dernier au Grand Sérail pour un concert lyrique de très grande qualité..."

Il Mondo del Gusto, 7 gennaio 2012, D. G. Carrabba. Concerto al Grand Sérail, Palazzo del Governo libanese"... Il soprano Véronique Mercier trionfa a Beirut ... Al concerto hanno assistito 900 persone tra cui le più alte cariche dello stato libanese e i principali corpi diplomatici presenti nella capitale "dei cedri"...
Va sottolineata la presenza del primo ministro del Libano Najib Mikati, una dozzina di ministri ed ex ministri, deputati ed ex deputati, moltissimi ambasciatori tra i quali gli ambasciatorisvizzero, spagnolo, francese, Unicef e il Nunzio apostolico monsignor Gabriele Caccia.

... Una serata al segno della mondanità e del bel canto che nulla ha da invidiare ad una prima scaligera.

Assolutamente apprezzati i cantanti che hanno dato prova di notevole professionalità e di ottime capacità vocali e recitative.

... La serata ha avuto un grandissimo successo tra il pubblico e la stampa libanese che hanno premiato gli artisti con entusiastici applausi e standing ovation ..."

Avenire, 17 novembre 2010 di Marcello Palmieri (Concerto AIRC)"... vocalità dalla notevole estensione e di impostazione lirica ideale per calcare la scena in importanti teatri."

Opera London, dicembre 2009 di Alberto Bottazzi ("Ero e Leandro di G. Bottesini)"The attractive Véronique Mercier...was a vibrant, moving Ero".

Amadeus, novembre 2009 di Paolo Petazzi ("Ero e Leandro di G. Bottesini)"Véronique Mercier e...hanno offerto prove di sensibile intelligenza"

L'Opera, ottobre 2009 di Giancarlo Landini ("Ero e Leandro" di G. Bottesini)"... la Mercier si impegna con lodevole partecipazione per dar vita ad una credibile incarnazione di Ero. Attendibile in tutta la parte, conferisce al monologo del III atto una delicata trepidazione."

Comunicati.net, ottobre 2009 di Daniele Rubboli (Concorso Lirico Internazionale "G. Fraschini" di Pavia)"Tra gli altri sette finalisti, unica personalità di rilievo quella del soprano svizzero Véronique Mercier, la quale comunque è già entrata in carriera con varie produzioni in Italia e all'Estero e la bella prova data alla prima mondiale di "Ero e Leandro" di Bottesini a Crema..."

Il Giornale dell'Umbria, 10 settembre 2009 di Stefano Ragni ("Ero e Leandro" di G. Bottesini)"Quale ragazzo non attraverserebbe non solo l'Ellesponto, ma l'Adriatico, il Tirreno e finanche il Mediterraneo per abbracciare una incantevole Ero come Véronique Mercier?
... Il poema scritto in età ellenistica da Museo non poteva trovare una protagonista più adeguata per smalto vocale e avvenenza fisica.
... è probabilmente qui che Véronique, vestita di una semplicissima tunica bianca, ha saputo offrire il meglio della sua vocalità, effondendosi con una timbricità ricca di ombre, densamente lirica nella sua tensione, aromatica di resine dense e corpose. Una voce tutta in progresso..."

Il Sole 24 ore, 6 settembre 2009 di Quirino Principe ("Ero e Leandro" di G. Bottesini)"Eleganza e leggiadria, pathos e seduzione, sono onorati dal soprano svizzero Véronique Mercier... ci piacerebbe clonare questi giovani e moltiplicarli all'infinito."